Tel. 02 24417227
info@mongloves.com

PROTEZIONE DELLE VIE RESPIRATORIE

La protezione delle vie respiratorie si riferisce a tutti i dispositivi da utilizzarsi contro le sostanze (sotto forma di polveri; particelle liquide; vapori e gas) che presentano un rischio noto per la salute durante la attività lavorativa.
I dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie sono D.P.I. di terza categoria (D.Lgs n° 475 del 4 dicembre 1992) destinati a proteggere da rischi di morte e/o lesioni gravi e di carattere permanente. Per il loro uso corretto è obbligatoria la informazione,
la formazione e l’addestramento dei lavoratori. I D.P.I a protezione delle vie respiratorie sono anche denominati Apparecchi di Protezione delle Vie Respiratorie (A.P.V.R.).
Per la corretta selezione dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie occorre tenere conto almeno dei seguenti fattori:

• tipo di sostanza: corretta selezione del tipo di filtro; necessità di proteggere altre parti del volto (es. occhi; viso)
• visibilità: riduzione della protezione
• libertà di movimento: riduzione del peso e del disagio
• condizioni ambientali: carenza di ossigeno nell’aria respirabile; umidità; temperatura I D.P.I. di protezione delle vie respiratorie vengono classificati in funzione dell’atmosfera dell’ambiente di lavoro in:
• Respiratori a filtro
• Respiratori a barriera d’aria con filtro
• Respiratori isolanti Rispetto alle zone coperte del volto si classificano invece come:
• Facciali filtranti: coprono naso; bocca; mento (sono normalmente del tipo usa e getta)
• Semimaschere: coprono naso; bocca; mento (sono corredate da filtri intercambiabili)
• Maschere a pieno facciale: coprono occhi; naso; bocca; mento (sono corredate da filtri intercambiabili)

RESPIRATORI A FILTRO

(norme di riferimento: UNI EN ISO 10720:1998 / UNI EN 529:2006)

Non possono essere utilizzati in ambienti con carenza di Ossigeno (< 17% vol.)

La protezione offerta dipende dalla tenuta sul volto, dalla granulometria e tipologia/ concentrazione della sostanza inquinante (polvere; particelle liquide; gas e vapori) e dalle caratteristiche costruttive.

I facciali filtranti antipolvere (UNI EN 149:2001) ed i filtri intercambiabili antigas (UNI EN 141) (per semimaschere e/o maschere a pieno facciale) possono essere utilizzati nel corso di un solo turno lavorativo e poi devono essere sostituiti a meno di condizioni particolari in cui la sostituzione può essere più frequente se l’utilizzatore percepisce uno sforzo respiratorio maggiore (intasamento precoce), oppure il sapore e/o odore
della sostanza inquinante.

Per i facciali filtranti antipolvere la norma EN 149:2001 è stata sostituita dal Luglio 2009 dalla versione aggiornata EN 149:2001 + A1:2009 (EN 149+A1) che diventa lo standard di riferimento per i requisiti di prestazione a livello europeo.
La nuova norma ha introdotto due nuove classificazioni in relazione all’utilizzo del prodotto:
a) Dispositivi monouso (classificazione e marcatura del prodotto “NR” = Non  Riutilizzabile) + test opzionale relativo ai requisiti di intasamento (classificazione e marcatura del prodotto “D”)
b) Dispositivi riutilizzabili (classificazione e marcatura del prodotto “R” = Riutilizzabile) + test obbligatorio relativo ai requisiti di intasamento (classificazione e marcatura del prodotto “D”)

Un’altra classificazione dei respiratori a filtro antipolvere è basata sul tipo di sostanza inquinante:

• Respiratori con filtri antipolvere (UNI EN 143), suddivisi nelle seguenti classi:

a) Bassa efficienza (Filtri P1 – facciali filtranti FFP1) per polveri e fibre fastidiose
b) Media efficienza (Filtri P2 – facciali filtranti FFP2) per polveri fini; fumi nocivi e particelle liquide
c) Alta efficienza (Filtri P3 – facciali filtranti FFP3) per polveri fini tossiche e nocive e particelle liquide

I filtri antigas (chiamate anche cartucce antigas) (UNI EN 141) si suddividono nelle seguenti categorie:

a) Piccola capacità (filtri di classe 1)
b) Media capacità (filtri di classe 2)
c) Grande capacità (filtri di classe 3)

I filtri antigas vengono montati sugli appositi attacchi e vite, oppure a baionetta, presenti sulle semimaschere e/o maschere a pieno facciale e possono essere accoppiati, se necessario, ai filtri antipolvere (P1; P2; P3).

I filtri antigas devono essere accuratamente selezionati in funzione alle caratteristiche qualitative e quantitative del gas / vapore inquinante.

La selezione è facilitata da codici letterali e di colore (vedere tabella seguente):
Nota: seguire sempre le indicazioni del produttore

Filtro AntigasColoreTipo di Inquinante
Tipo AMarroneGas e vapori orfanici con punto di ebollizione > 65°C
Tipo BGrigioGas e Vapori inorganici (escluso Ossido di Carbonio)
Tipo EGialloAnidride solforosa ed altri gas e vapori acidi
Tipo KVerdeAmmoniaca e derivati
Tipo AXMarroneFiltri antigas e combinati per composti organici con punto di ebollizione < 65°C
Tipo SXViolettoFiltri antigas e combinati da utilizzare contro composti specificamente indicati (es. dilorometano)

Esistono anche i filtri antigas combinati che oltre ad offrire protezione dai gas; vapori;  aerosol; fumi; nebbie tossici, aggiungono la protezione da polveri e particelle solide/ liquide:

Filtro Antigas CombinatoColoreProtezione Note
Tipo A1B1E1K1P1fasce colorate:
marrone/grigio/
giallo/verde/bianco
BassaDa utilizzare con maschera /semimaschera con filtri combinati intercambiabili
Tipo A2B2E2K2P2fasce colorate:
marrone/grigio/
giallo/verde/bianco
MediaDa utilizzare con maschera /semimaschera con filtri combinati intercambiabili
Tipo A3B3E3K3P3fasce colorate:
marrone/grigio/
giallo/verde/bianco
BassaDa utilizzare con maschera /semimaschera con filtri combinati intercambiabili

Nota: esistono anche combinazioni intermedie:

es.: A2P3 = Gas e vapori organici con punto di ebollizione < 65°C/protezione media + polveri fini tossiche e nocive e particelle liquide/alta efficienza (fasce: marrone; bianco)

E2P3 = Anidride solforosa ed altri gas e vapori acidi/protezione media + polveri fini tossiche e nocive e particelle liquide/alta efficienza (fasce: giallo; bianco)

MONGLOVES (Gruppo ROSVER) offre ai propri Clienti una selezione di prodotti in grado di coprire la maggioranza delle comuni applicazioni.